Canarie

10 giugno 2016

Trasferirsi alle Canarie

Ciao ragazzi… Questa volta vi voglio parlare di una alternativa di vita. Proprio così, si può essere più felici al di fuori dell’Italia? Si può trovare un posto del mondo che ci rappresenta di più? Si può ritrovare quel sogno di avventura che si era perso? Si, forse si, basta saperlo cercare! E in tanti hanno scelto di trasferirsi alle Canarie.

Per il clima, per una vita più rilassata, più salutare e per la scoperta di una metropoli europea differente, potete prendere in considerazione la vita a Las Palmas de Gran Canaria. Si tratta di una città di mare che ricorda Barcellona (eh certo, però Gaudì non è passato di lì…) pulitissima (hanno una vera mania per le strade pulite !!) che offre tante attrazioni, musica, parchi…uno di quei posti che non ti aspetteresti, davvero una scoperta felice. La vita scorre leggera tra sport, tapas e musica al venticello pulito “canarino”.

Per coloro che sono meno fortunati, quelli per cui lavorare non è un optional, udite udite, il lavoro c’è ed è ben pagato: web designers e web marketing, insegnanti di lingue per le scuole, camerieri e lavori in call center sono i più gettonati. Il costo della vita? Ecco non è certo bassissimo, ma diciamo che si vive con meno rispetto all’Italia (circa un 20/30% in meno)… e poi con il costume tutto l’anno, quanto vorrete mai spendere???

Insomma arrivarci è facile, voli lowcost tutto l’anno (Ryanair) ma poi se si decide di traferirsi: cittadinanza e altra burocrazia per il trasferimento… non è cosa banale! Perciò munitevi di santa pazienza e affrontate le scartoffie senza stress. Attenzione però per approfondire chiedete aiuto ai blog locali per italiani: http://vivereallecanarie.com http://www.trasferirsiallecanarie.info/

Oppure la mitica pagina Mamme alle Canarie di una deliziosa amica, che racconta come sia essere mamma e come trascorrere al meglio le giornate con tutta la famiglia a Gran Canaria. Insomma …ancora non so se siete pronti a trasferivi, ma un giretto non ve lo fareste comunque???

Vi dico due parole sulla città…sapete che cerco sempre negozietti e curiosità. Le zone più vive e commerciali sono nella parte nuova, la Ramblita, che somiglia alla Ramblas di Barcelona con le grandi catene spagnole (Zara, Mango e Company con tanti tanti sconti in più!) e la zona vecchia di Triana e Vergueta, zone pedonali, fatte di stradine strette ricche di negozietti locali, antiquariato e boutique lussuose. Tenete presente che ad ogni angolo troverete un bimbo in skate o un vecchietto che canta a squarciagola con la chitarra CUCURUCUCU’ PALOMA!!! Eh sì, è la città del mix: c’è una lingua spagnola, un’organizzazione teutonica, cultura europea e sorrisi sudamericani!!! …Ay me gusta muchissimo!!!!

Ecco alcune cose che vi saranno indispensabili se decidete di fare questa avventura: