Milano

05 maggio 2016

Leonardo Caligiuri tra Crossfit e Vanity Fair

Ciao a tutti… oggi vi voglio parlare di Leonardo Caligiuri, Fashion Stylist per Vanity Fair.

La sua storia

La passione per la moda, o comunque per ciò che vuoi fare nella vita, ti nasce da bambino, si deposita dentro di te e cresce negli anni: è stato cosi anche e soprattutto per Leonardo originario del Lago di Garda, per la precisione di Salò.

Da Salò si trasferisce, come è ovvio che sia per chi ama la moda, a Milano e si iscrive al corso universitario di “Pubbliche relazioni Moda e Design”. Già al secondo anno di università inizia come stagista in una grossa rivista di moda, MondoUomo, e da lì non si ferma piu; lavorerà negli anni per: Donna, Gioia, Figaro Giappone, Bazar Thailandia, Vogue, Anna ed ora è Fashion Stylist per il famoso settimanale Vanity Fair. Inizia per caso, perché un suo amico che lavorava da Gianni Versace gli ha chiesto se voleva fare uno stage per una casa editrice, la Rusconi Editore, e ormai è ben 22 anni che fa questo lavoro (che ama ).

Professione Fashion Stylist

Siamo sinceri, essere un fashion stylist non è un lavoro così comune, quindi cosa vuol dire fare tale lavoro nella quotidianità? Beh, Leonardo è come un giornalista, solo che i giornalisti usano parole mentre lui crea un’argomentazione con le immagini. Usa semplicemente un linguaggio diverso, spesso molto più diretto, di pancia, usa il visual storytelling che è tanto di moda… essendo purtroppo un popolo che ama poco la lettura, le immagini ci aiutano a trasmsettere il messaggio con più efficacia. Tutto parte da un tema, sostiene Leonardo: “si decide il tema, si va dai vari stilisti e si assembla il tutto, non solo il vestito giusto ma si sceglie tutto, dalla a alla z, fotografo, modella, luogo degli scatti… insomma, si crea una storia completa”. “Certe storie che hai creato ti piacciono e ti piaceranno sempre, altre le rivedi e non ti piacciono più, il mio è un lavoro emotivo e umorale, come me d’altronde”.

Sport

Leonardo è uno sportivo nato! Inizia come ballerino di danza classica e lo fa per ben nove anni, poi passa allo yoga e alla boxe, ma soprattutto conduce una vita sana, non beve e non fuma, “l’unica cosa che mi concedo è un bicchiere di vino quando sono in compagnia e vi assicuro che non bevendo mai mi basta un bicchiere per far decollare la serata” Ma l’attività per lui è un must della sua esistenza, pratica sport quattro volte a settimana alla Virgin di Milano. Ci sono due attività che si sente di consigliarci in modo particolare per tenere in forma tutto il corpo, ovvero Crossfit e Calisthenics una nuova pratica di tenute che lavora sulle leve di base del tuo corpo. Il termine calistenìa (o meglio callistenìa) deriva dalle parole greche “kalos”, che significa bello e “sthenos” che significa forza, ad indicare che questa forma di ginnastica, come altre discipline del fitness, mira ad un miglioramento delle condizioni fisiche intese sia come prestanza che come estetica.

Città

Un cittadino del mondo come me non può esimersi dal chiedere ogni volta qualche consiglio sulle città, vi riporto ciò che pensa Leonardo: “Ormai New York si sa, è la regina del lifestyle, una città viva, giovane e divertente, ma io mi porto nel cuore Roma: si guarda sempre fuori, all’estero, sottovalutando le bellezze di casa nostra, ma Roma è la più bella città al mondo. La sua luce, i suoi colori, monumenti, il clima insomma per me Roma è l’Italia, permane ancora l’antico fascino dell’impero e il fermento che c’è lì è tipicamente italiano. Io per lavoro vivo a Milano che comunque amo, per me è come se fossi nato qui… e vi consiglio di andare a Brera per me la miglior zona di Milano

Consigli e Tendenze

Uno stilista emergente che Leonardo si sente di consigliare è Calcatterra, originario del Lago di Garda come lui; ama comprare online ma acquista solo accessori, borse, occhiali, zaini, perchè c’è una cosa che non è solito acquistare online, ovvero gli abiti, Leonardo sostiene che: “gli abiti sono bidimensionali, e acquistano tridimensionalità solo quando gli indossi, solo allora puoi capire come ti sta” Le tendenza di quest’anno saranno di sicuro: le righe effetto pigiama, i colori della terra e il bianco romantico, ma ciò che ci tiene a sottolineare e consigliare è di vestire di semplicità, la semplicità non vuol dire banalità, ma significa vestire di forme e tessuti che fanno la differenza, consiglia di lavorare sulla discrezione e sul dettaglio perché per lui e anche per me la bellezza sta nel dettaglio. “La selezione che mi sento di fare per Eddie Rude sono sicuramente gli Zaini della Kjiore Project che trovo davvero originali e mai visti e gli orologi Eone che hanno un design davvero pazzesco”.