Londra

16 Gennaio 2016

BLUE MONDAY: IL GIORNO PIU‘ TRISTE DELL’ ANNO

Che il lunedì sia sempre difficile non ci piove. Ma che ne esiste uno che è più brutto di tutti gli altri, lo sapevate? Ebbene, esiste, ed è oggi… E ci sono delle solidissime basi scientifiche a dimostrarlo!

Il terzo lunedì del mese è stato decretato il giorno più triste dell’anno per tre motivi:

  1. Il meteo. A gennaio si sà, fa freddo, in questi giorni poi possiamo dire il contrario? No!
  2. I soldi. Le feste sono passate, e a Natale/Capodanno ci siamo indebitati fino al collo per regalare/regalarci qualcosa di bello, e per festeggiare come si deve.
  3. La distanza dalla ferie. Mio dio, vogliamo parlarne????? Quanto manca all’estate? Un’eternità.

A parlare per la prima volta di questa formula  è stato lo psicologo Cliff Arnall, il quale sostiene che l’insieme di questi tre parametri ci porterebbe ad essere davvero tristi.

Ma non disperate, una notizia felice e cool c’è. Esiste anche il giorno più felice dell’anno… E’ il 20 giugno. (ora capite perché oggi è il Blue Monday. Vedi punto 3)

In realtà tutte queste basi scientifiche non sono così solide diciamo, c’è chi sostiene che sia tutto una bufala e che il Blue Monday sia frutto di una campagna pubblicitaria del 2005, quando  Sky Travel decise di promuovere un’iniziativa per convincere i propri clienti che la loro tristezza aveva un fondamento scientifico, e che per questo la si poteva combattere con una bella vacanza.

Il Blue Monday comparve per la prima volta all’interno di un comunicato stampa aziendale, e  venne subito ripreso da molte testate giornalistiche come se si trattasse di un serio studio scientifico.

Insomma, che sia vero oppure no, che male c’è a dare la colpa al Blue Monday per l’alzattaccia di stamattina?

Alla prossima, Eddie Rude 😉