Barcellona

10 Novembre 2016

LE TAZZE MOTIVAZIONALI DI MR. WONDERFUL

Quanto difficile è alzarsi al mattino? Si dicono… “fai il lavoro che ti piace e non lavorerai un giorno della tua vita”… Sarà anche vero, ma sta di fatto che io alla mattina sono felice di uscire dal letto quanto le donne americane (e di tutto il mondo) sono felici della vittoria di Trump. 

E allora? La soluzione? Ve la ho trovata io…

Ero a Barcellona, in cerca di una soluzione a questo problema che puntualmente si ripete tutte le mattine, quando la frase “mai una gioia” risuona nella tua testa…

Ho girato in lungo e in largo la città di Gaudi, le ramblas, il barri gotico, la barceloneta, la zona universitaria, ad un certo punto ho pensato di portarvi a casa qualcosa che di sicuro vi avrebbe reso felici alla mattina… ma non era legale.

Fino a quando… l’illuminazione… erano li su un bellissimo negozio colorato, quasi magico: le tazze di Mr. Wonderful un nome una garanzia.

Mi sono subito innamorato di quelle take away, per ricordarvi durante tutta la giornata che tutto è possibile, e perché no, anche per essere glamour in ufficio, eccole:

Ma Mr. Wonderful non si limita certo alle sole tazze take away, insomma, il rito della colazione è sacro (ricordate, come dicono sempre tutti i dottori, e le mamme, la colazione è il pasto più importante…) e merita una tazza come si deve. 

Sopratutto in questo periodo… quando fuori oramai il freddo la fa da padrone, quanto bello è abbracciare la tua tazza calda con le mani fredde come ghiaccioli? Ma ancora più bello è abbracciare il messaggio che la te tazze Mr. Wonderful ti danno: da dediche d’amore come: “Con te fino alla fine del mondo” a “Sei una bomba e nessuno ti può fermare” e tante altre ancora…

Eccone alcune:

Potevo non portarvele sul mio shop?

Certo che no, d’altronde sono un cool hunter e il mio compito è sempre lo stesso: portarvi tutte le cose più cool a portata di un click.

Potete acquistarle in tutta tranquillità qui: http://shop.eddierude.com/collection/design/tazze.html

Alla prossima, Eddie Rude