TRAVEL

22 luglio 2016

3 Consigli per Guarire dalla Depressione Post-Vacanza

Ok ormai lo sapete tutti, io amo viaggiare, odio tutto ciò che è statico, d’altronde come diceva William S. Burroughs, la cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili; immobili sulle proprie idee, convinzioni, pregiudizi o immobili sulla propria zona di confort, tra casa e lavoro.

Viaggiare apre la mente, (quante volte lo abbiamo sentito dire) ma cosi è, per me viaggiare è una ragione di vita, anche perché di vita a quanto pare ne abbiamo una sola, o meglio, voi ne avete una sola, io essendo un fumetto ne avrò quante ne voglio, ma non divaghiamo. Fatto è che, ovviamente, non sempre si può viaggiare, o per poco tempo, o per poca disponibilità economica o perché si è appena tornati da un viaggio.

Le vacanze si avvicinano o per alcuni sono già terminate, io forse sono un po’ in anticipo, ma meglio prevenire che curare no?

Voglio darvi tre buoni consigli per non soffrire una volta tornati della tanto temuta depressione post-vacanza.

1. Racconta La Tua Vacanza, raccontare vuol dire rivivere, non lo si fa per fare invidia, lo si fa per condividere, raccontate a tutti ciò che avete passato, fatelo nei minimi dettagli, raccontate di quella passeggiata in montagna o di quella paella mangiata in quel ristorantino lungo la spiaggia e vedrete che rivivrete qui momenti, vi assicuro che riuscirete a risentire il sapore e il profumo di quella paella. Perché ricordatevi che un viaggio si vive tre volte: quando lo si sogna, quando lo si vive e quando lo si ricorda!!

2. Compra Tanti Souvenir, ebbene si, i souvenir saranno la vostra salvezza, a parte che io amo acquistarli, dai quanto bello è andare in questi mini negozietti e comprare le cose più inutili? Cosa c’è ne faremo mai di una bottiglietta di sabbia?? E di un bicchierino? chi di voi ci ha mai bevuto qualcosa????